Alessandra Lanza - Presidente GEI
PDF Stampa E-mail

L’avventura di questo volume germoglia in seno al Gruppo Economisti d’Impresa e fiorisce grazie alla volontà e all’impegno di un gruppo di soci che dedica il proprio tempo libero e le proprie energie a studiare un tema socialmente molto rilevante, ma troppo spesso confinato ai margini di una cronaca locale, a tratti nazionale, che sempre narra di disservizi legati al ciclo dei rifiuti. È solamente grazie al loro impegno, alla loro costanza, alla loro volontà di sacrificare tempo personale e alla vivacità e onestà del loro confronto intellettuale che questo volume ha preso pian piano forma. L’auspicio è che, al di là dei contenuti estremamente rilevanti del presente volume, quest’esperienza serva di stimolo per convogliare le energie del Gruppo Economisti d’Impresa verso ‘piccoli’ altri traguardi che contribuiscano a rinnovare la visione economica e sociale del nostro paese, restituendogli un senso del futuro che non può prescindere dal nostro impegno personale, anche e soprattutto quando ci costa qualche sacrificio.

Spero che per loro e per tutti i Soci, così come lo è per me, questo lavoro possa essere motivo di orgoglio e sprone a mettere al servizio di tutti, le conoscenze e le esperienze maturate nella vita professionale di ciascuno. Il volume raccoglie le opinioni dei diversi autori ed è frutto di una collaborazione fondata sulla condivisione delle idee e sul confronto aperto e costruttivo. Ciascun autore ha dedicato il suo impegno a trattare i temi che gli erano maggiormente affini, producendo un risultato armonico di tesi ed opinioni, ben argomentate attorno ad un fil rouge comune e che stava a cuore a tutto il gruppo di lavoro: far conoscere in maniera semplice, organica e diretta, temi spesso oggetto di ideologizzazione e varie faziosità. E’ nostro preciso auspicio che il lettore possa trovare qui una trattazione scevra di ideologie, ma basata su fatti e su confronti internazionali che mettano in luce la misura del percorso che il nostro paese deve ancora compiere.

Gli autori trovano nelle conclusioni una sintesi dei loro studi ed avanzano proposte concrete che muovono dalle best pratice internazionali pur calandosi molto pragmaticamente nella nostra realtà.

I vari capitoli del libro si susseguono in un continuum volto a portare il lettore attraverso la normativa, i problemi, le soluzioni adottate da altri paesi europei per giungere poi alle conclusioni per riformare il mondo delle local utility italiano ed approdare ad un modello di gestione dei rifiuti che non solo risolva i problemi di smaltimento così aspramente sperimentati in Italia, ma generi anche valore aggiunto addizionale per la nostra economia.

È con sincera gratitudine che ringrazio tutto il gruppo dei ricercatori impegnati in questo progetto, certa di interpretare anche la sensibilità di tutti i Soci del Gruppo Economisti d’Impresa.

Alessandra Lanza