Venerdì, 01 Aprile 2011 10:49

Metodo dei costi di viaggio

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Tale metodo, sviluppato agli inizi degli anni 60, consiste nella costruzione di una specifica funzione di domanda (marshalliana), costruita utilizzando le informazioni raccolte attraverso la somministrazione di appositi questionari, sulla frequenza di visita delle persone a un certo sito di interesse storico, artistico e ambientale ed i costi totali affrontati dalle persone per raggiungerlo, compresi sia dei costi di viaggio necessari per raggiungere il sito che delle spesse “accessorie” legati alla fruizione dello stesso (ad esempio, pernottamenti, prezzo d'ingresso).

La riformulazione econometrico-statistica dei dati permette di calcolare la curva di domanda dei servizi forniti, la quale fornisce i dati per valutare, ad esempio, la stima del danno ad un parco naturalistico causato dalla localizzazione di un’industria inquinante, possibile considerando la diminuzione del numero di visitatori del parco e le connesse modifiche della distribuzione dei costi di viaggio affrontati dai visitatori (i costi di viaggio prima e dopo la localizzazione industriale consentono di stimare “l’abbassamento” della curva di domanda del parco e la conseguente riduzione del valore fruitivo). 

Per tenerti informato e dare il tuo contributo sulla tematica dell'analisi costi-benefici e le valutazioni finanziarie, economiche, sociali ed ambientali di progetti e politiche di investimento, segui il nostro gruppo su Linkedin.

icona_linkedin_2

Letto 2999 volte Ultima modifica il Mercoledì, 03 Aprile 2013 14:58

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.