Giovedì, 14 Aprile 2011 10:14

Incidentalità, progettualità e compensazioni monetarie: una provocazione...ma non troppo

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

incidenti

La stima dei costi sociali imputabili all’incidentalità consiste nella quantificazione e nella successiva monetizzazione dei principali oneri che gravano sulla società per effetto degli incidenti stradali, quali ad esempio, i costi sanitari, i costi umani, i costi legati alla perdita di produttività per allontanamento forzato dal lavoro.

Focalizziamo l’attenzione sui costi sanitari dell’incidentalità, nei quali vi rientrano, ad esempio, i costi per soccorsi e per le cure mediche (che comprendono i costi di pronto soccorso, i costi di ricovero, i costi di autoambulanza ed i costi per i trattamenti medici, solo in minima parte coperte dal sistema assicurativo). A questo punto, iniziamo a porci qualche domanda:

Prima domanda: chi sostiene i costi sanitari degli incidenti stradali?

In prima approssimazione è possibile rispondere: il Servizio Sanitario Nazionale, ossia lo Stato centrale.

Seconda domanda: da cosa dipende il “rischio di incidentalità”, ossia la probabilità di essere coinvolti in un incidente?

Sicuramente da una serie di fattori, tra i quali i carichi veicolari e le condizioni stradali.

Terza domanda: chi ha la responsabilità di garantire dei livelli di efficienza delle condizioni della viabilità e di effettuare la manutenzione stradale?

La risposta, ovviamente, è differenziata; nel caso delle strade a pedaggio, spetta al gestore porre in essere tutte quelle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria finalizzate a mantenere le strade in condizioni efficienti, mentre per le strade provinciali le stesse attività spettano alla Provincia, e così via.

Ragioniamo per assurdo:

supponiamo che esistano due Province, con lo stesso numero di abitanti, la stessa superficie, la stessa densità abitativa, lo stesso numero di chilometri di strade di competenza, la stessa struttura amministrativa e le stesse risorse finanziarie a disposizione: in altre parole, due Enti identici, ma con un diverso stanziamento di risorse di bilancio destinante alla manutenzione stradale.

Supponiamo, poi, che la provincia A (quella che destina più fondi alla manutenzione stradale), per effetto della propria politica, riesca a ridurre i tassi di incidentalità ed il numero dei ferimenti lievi e gravi, contribuendo, in tal modo, a ridurre i costi sanitari associati agli incidenti.

La provincia B, invece, che destina meno fondi alla manutenzione stradale, presenta sempre gli stessi tassi di incidentalità.

Sarebbe corretto, secondo voi, premiare la Provincia A, ad esempio con maggiori trasferimenti da parte dello Stato centrale, magari creando un Fondo Nazionale di Compensazione?

Secondo voi sarebbe auspicabile la strutturazione di un meccanismo di compensazione, che ridistribuisca parte delle risorse risparmiate dalle Autorità Centrali per effetto della minore incidentalità?

Sarebbe possibile, secondo voi, pianificare degli obiettivi di medio periodo, al cui raggiungimento scattino “meccanismi premiali” per gli Enti che riescano a raggiungerli?

___________________________________________________________

Visita il nostro sito web: www.ecbaproject.eu

Sfoglia la nostra presentazione aziendale.

coverbrochure1

Per tenerti informato sui nostri studi e sulle nostre ricerche, seguici su Linkedin.

linkedin_company_pages_3

linkedin_group_4

Partecipa ai nostri sondaggi.

torta2

Letto 3109 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Gennaio 2016 10:53
ECBA Project

Analisi costi benefici di progetti e politiche di investimento

Sito web: www.ecbaproject.eu

1 commento

  • Link al commento forexaccumulator Giovedì, 10 Novembre 2011 09:33 inviato da forexaccumulator

    Argomento Matchless, è molto interessante per me))))

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.