Sabato, 24 Ottobre 2015 12:33

Programma CEF - Connecting Europe Facilities, il 4 novembre 2015 la nuova Call In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

EUROPA

Il Programma “Connecting Europe Facilities” – CEF 2014-2020 (Regolamento (UE) N. 1316/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell'11 dicembre 2013, che istituisce il meccanismo per collegare l'Europa) ha per oggetto la concessione di un'assistenza finanziaria alle reti trans-europee (TEN), ovvero progetti infrastrutturali di interesse comune nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell’energia.

Gli obiettivi generali, così come enunciati dal Regolamento e riferibili ai settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell'energia, sono due:

  • contribuire a una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, conformemente alla strategia Europa 2020, attraverso lo sviluppo di reti transeuropee moderne e ad alta efficienza che tengano conto dei flussi di traffico futuri previsti, assicurando in questo modo benefici per l'intera Unione in termini di miglioramento della competitività nel mercato mondiale e di coesione economica, sociale e territoriale nel mercato interno;
  • consentire all'Unione di raggiungere i propri obiettivi in termini di sviluppo sostenibile, tra cui una riduzione minima del 20 % delle emissioni di gas a effetto serra rispetto ai livelli del 1990 e un miglioramento del 20% dell'efficienza energetica, nonché un aumento del 20% della quota delle energie rinnovabili entro il 2020, contribuendo così agli obiettivi di decarbonizzazione dell'Unione a medio e a lungo termine, garantendo al tempo stesso una maggiore solidarietà tra gli Stati membri.

L’art. 10 del Regolamento (UE) N. 1316/2013 stabilisce che “l’importo dell'assistenza finanziaria concesso alle azioni selezionate è modulato sulla base di un'analisi costi-benefici di ciascun progetto”.

In particolare, nel settore dei trasporti, sono ammesse a beneficiare di un'assistenza finanziaria dell’Unione solo le azioni che contribuiscono a progetti di interesse comuneconformemente al Regolamento (UE) n. 1315/2013 sulle Reti TEN-T. L’articolo 7.2.c del Regolamento n. 1315/2013, stabilisce che un progetto d'interesse comune:

(…)

c) ha una sostenibilità economica sulla base di un'analisi costi-benefici sotto il profilo socioeconomico;

d) dimostra di possedere un valore aggiunto europeo. 

Anche il punto 22) dei “considerata” del medesimo regolamento specifica che “i progetti di interesse comune per i quali è richiesto un finanziamento dell'Unione siano sottoposti a un'analisi costi-benefici sotto il profilo socioeconomico, basata su una metodologia riconosciuta, che tenga conto di tutti i costi e i benefici sul piano sociale, economico, climatico e ambientale.

In data 30 settembre si è tenuta a Bruxelles la 7° riunione del Comitato CEF (Connecting Europe Facility) per il settore dei Trasporti, nel corso della quale è stato votato ed approvato il testo del Programma di Lavoro Multi-annuale 2015, il quale prevede che:

"Ai sensi dell'articolo 10 (6 ), del regolamento CEF e l'articolo 7 ( 2c) del regolamento TEN-T l'importo del sostegno finanziario concesso per un progetto deve essere modulato sulla base di un'analisi costi-benefici di ciascun progetto, della disponibilità di risorse di bilancio dell'UE e la necessità di massimizzare l' effetto leva dei finanziamenti dell'Unione. Di conseguenza, tutte le proposte di progetto per «lavori» devono essere accompagnati da un'analisi costi -benefici che propone il tasso di co- finanziamento richiesto per il progetto, tenendo conto i tassi massimi di finanziamento previsti nel regolamento CEF.

Sulla base del Programma di Lavoro suddetto verrà redatto il testo del prossimo bando CEF con lancio previsto il 4 novembre p.v. e scadenza di presentazione delle proposte fissata a metà febbraio 2016.

Tra le priorità del Programma di Lavoro Multi-annuale 2015 si segnalano, in maniera non esaustiva, le seguenti:  

1. ERMTS (con l’obiettivo di implementare il sistema ERTMS sulla rete ferroviaria centrale trans-europea di trasporto);

2. Autostrade del Mare - Motorways of the Sea (MoS), con l’obiettivo di:

  • - sviluppare le infrastrutture portuali;
  • - favorire lo sviluppo del trasporto sostenibile a livello ambientale, anche con nuovi impianti per l’alimentazione con carburanti puliti - incluse le installazioni a bordo;
  • - promuovere l’adozione di azioni di sostegno per la diffusione di combustibili alternativi puliti (GNL, metanolo e altro), oltre che l'uso della rete elettrica terrestre e misure di efficienza energetica.

3. New technologies and innovation in all transport modes, finalizzata al sostegno ed alla promozione della decarbonizzazione dei trasporti attraverso nuove tecnologie di trasporto innovative e sostenibili;

4. Piattaforme logisticheConnections to and development of multimodal logistics platforms, per il potenziamento delle infrastrutture di accesso e le connessioni da "ultimo miglio", che contribuiscono all'interconnessione efficace e all'integrazione tra terminali intermodali con la rete principale.

5. ITS (Intelligent Transport System), che contribuisce sia al miglioramento della sicurezza stradale, sia alla riduzione delle emissioni di carbonio del sistema di trasporto.

L’occasione è enorme e dovrebbe essere colta dalle diverse istituzioni nazionali che intendano, mediante la realizzazione di investimenti specifici, accrescere la propria competitività.

Affinché i progetti siano valutati positivamente e ammessi all’assistenza finanziaria dell’Unione sarà indispensabile eseguire un’attenta analisi costi-benefici – redatta secondo le raccomandazioni e le linee guida della Commissione Europea - che dimostri alle istituzioni Comunitarie la convenienza economica, sociale ed ambientale del progetto e che lo stesso contribuisce a creare valore aggiunto europeo.

____________________________________________________________

Visita il nostro sito web: www.ecbaproject.eu

Sfoglia la nostra presentazione aziendale.

coverbrochure1

Per tenerti informato sui nostri studi e sulle nostre ricerche, seguici su Linkedin.

linkedin_company_pages_3

linkedin_group_4

Seguici su Google plus.

googleplus

Partecipa ai nostri sondaggi.

torta2

Letto 3741 volte Ultima modifica il Giovedì, 21 Gennaio 2016 19:06
Donatello Aspromonte

Analista economico, esperto in analisi costi-benefici di progetti e politiche di investimento e valutazioni di sostenibilità economica, sociale ed ambientale.

Sito web: plus.google.com/+DonatelloAspromonte?rel=author

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.